Autenticati


  
  
  
  
 

Dettaglio Notizia

 

In Primo Piano

VENETO, OLTRE IL CUP IL NULLA LO SMI CONTRO LE IMPROVVISAZIONI SULLE PRENOTAZIONI DELLE VISITE SPECIALISTICHE

Immagine Postata il 30/01/2017
Autore : REDAZIONE

27 gennaio - Il segretario regionale del Sindacato dei Medici Italiani-SMI, Liliana Lora, contesta fortemente il progetto in sperimentazione nel Veneto per la prenotazione delle visite specialistiche in carico ai medici di famiglia.




27 gennaio - Il segretario regionale del Sindacato dei Medici Italiani-SMI, Liliana Lora, contesta fortemente il progetto in sperimentazione nel Veneto per la prenotazione delle visite specialistiche in carico ai medici di famiglia.

"Verrebbe da dire, che oltre il Cup...il nulla - contesta Liliana Lora - sì perché questo sembra l'ennesimo progetto finalizzato a strappare uno, o più, titoli sui giornali. Per poi addossare eventuali disservizi, proteste e fallimenti sulle spalle dei medici di famiglia".

"Infatti - continua - la nuova modalità di prenotazione, sperimentale solo in alcune piccole località, è solo figlia di una logica del risparmio. Le ASL sono cariche di richieste di esami diagnostici? Creiamo un diversivo: scarichiamoli sui medici, costretti così a eseguire atti meramente burocratici, a scapito di quelli medici". 

"Alcuni sindacalisti - aggiunge - parlano di una procedura lunga pochi secondi, ma è falso. La realtà è ben altra: sostituire il Cup, vista l'arretratezza e disomogeneità del sistema informatico, comporterà un chiaro e significativo impegno degli ambulatori dal punto di vista temporale.

Con le beffa doppia per i pazienti che non solo subiscono lunghe liste per avere un esame, ma anche eterne attese nella sala di aspetto del medico".

"Purtroppo - conclude Lora - nessuno ha considerato questa eventualità. È indispensabile prevedere un indennizzo per il personale amministrativo degli studi e modernizzare tutta la rete di certificazione online. Invece assistiamo a una improvvisazione, al nulla, appunto, "Oltre il Cup": la regione (insieme ai soliti noti) ha deciso che era più semplice trasformare i medici in funzionari amministrativi regionali. Inaccettabile".


Interagisci

Vogliamo la tua opinione

 
 
© Copyright 2018 - SINDACATO DEI MEDICI ITALIANI - Segreteria Nazionale - Via Livorno 36 - 00162 Roma
Tel. 06.442.541.60 / 06.442.541.68 - Fax 06.944.434.06 - C.F. 97442340580 - info@sindacatomedicitaliani.it

Versione Portale SMI. 2.6.1