Autenticati


  
  
  
  
 

Dettaglio Notizia

 

In Primo Piano

EMERGENZA AGGRESSIONI AI MEDICI, LO SMI INCONTRA GARAVAGLIA, PRESIDENTE COMITATO SETTORE SANITÀ-CONFERENZA REGIONI

Immagine Postata il 06/12/2017
Autore : REDAZIONE

Oggi il sindacato dei medici italiani ha incontrato il presidente del Comitato di Settore Sanità della Conferenza delle regioni. Sul tavolo: emergenza violenza contro i medici e il taglio delle "Indennità rischio" per le guardie mediche in Abruzzo, Basilicata e Molise. Pina Onotri SMI: "Grande attenzione da parte di Garavaglia, serve con urgenza un impegno delle regioni. Intanto da parlamentari di diversi schieramenti (Giulia Grillo e Maria Amato) e su impulso dello SMI, sono stati presentati emendamenti e interrogazioni su questi gravi problemi"




 

Oggi il segretario generale Smi, Pina Onotri, ha incontrato, il presidente del Comitato di Settore Sanità della Conferenza delle Regioni, e Assessore all’Economia della Lombardia, Massimo Garavaglia.

 

Alla fine della riunione, Onotri, ha messo in evidenza “la grande attenzione e sensibilità mostrata da Garavaglia”. “Lo Smi - ha aggiunto - ha chiesto con urgenza un impegno delle Regioni per contrastare questa vera e propria emergenza che colpisce i medici, e tutti gli operatori della sanità pubblica, e che danneggia la qualità stessa dei servizi offerti ai cittadini sul territorio.

 

“È a rischio - ha spiegato - la continuità dell’assistenza, tra l’indifferenza dei ministeri competenti, Interni e Salute, e l’assenza di interventi adeguati dei direttori generali. 

 

“Abbiamo ribadito il no alla chiusura delle postazioni di guardia medica - ha continuato il segretario generale Smi - e invocato una riorganizzazione del servizio, puntando sulla modernizzazione e messa in sicurezza delle sedi. Servono, quindi, risorse, buone idee e volontà politica a livello regionale, ma anche nazionale, anche perché senza investimenti gli enti locali possono fare poco, hanno le mani legate. Infine, abbiamo posto la questione dell’attacco in Basilicata e Abruzzo e Molise alle indennità di rischio, e non solo, delle guardie mediche chiedendo una iniziativa nel merito contro questi provvedimenti da parte del Comitato di settore sanita della Conferenza”.

 

“Da segnale, - ha concluso Onotri - l’importante azione di alcuni parlamentari, di diversi schieramenti (Giulia Grillo per i Cinque Stelle e Maria Amato del Pd) che su impulso dello Smi hanno presentato emendamenti e interrogazioni su questi gravi problemi. Qualcosa si muove, grazie all’impegno dei medici: avanti così”.


 


Interagisci

Vogliamo la tua opinione

 
 
© Copyright 2017 - SINDACATO DEI MEDICI ITALIANI - Segreteria Nazionale - Via Livorno 36 - 00162 Roma
Tel. 06.442.541.60 / 06.442.541.68 - Fax 06.944.434.06 - C.F. 97442340580 - info@sindacatomedicitaliani.it

Versione Portale SMI. 2.6.1