Autenticati


  
  
  
  
 

Dettaglio Notizia

 

In Primo Piano

BASILICATA, VERSO LA STABILIZZAZIONE DEI MEDICI CONVENZIONATI DEL 118. VINCENZO FILITTI, SEGRETARIO REGIONALE SMI: “UN PROVVEDIMENTO CHE SANA UNA INGIUSTIZIA

Immagine Postata il 15/02/2018
Autore : REDAZIONE

15 Febbraio: Il personale medico del “118” di Basilicata attualmente è inquadrato in modo confuso e precario tra contratti e convenzioni anomale e a tempo determinato. Vincenzo Filitti, Segretario regionale SMI:" Questo è un provvedimento che sana una ingiustizia, allinea la Basilicata al resto del paese, contribuisce a migliorare il servizio per i cittadini"




COMUNICATO STAMPA

Il personale medico del “118” di Basilicata attualmente è inquadrato in modo confuso e precario tra contratti e convenzioni anomale e a tempo determinato. 

“Una giungla di mansioni e ruoli che vede lavorare fianco a fianco medici dipendenti e convenzionati, i primi giustamente con tutele e altri, purtroppo, senza - spiega Vincenzo Filitti, segretario regionale Sindacato dei Medici Italiani -. Una situazione complessa in un settore strategico della sanità, il 118, che rischia di mettere a rischio la qualità dei servizi per i cittadini, spesso garantiti solo grazie allo sforzo dei medici e degli operatori in generale”

Lo Smi Basilicata, in una nota congiunta con la Uil Basilicata, sottolinea, il nodo irrisolto del personale medico convenzionato a tempo determinato dell’emergenza-urgenza, cioè del DEU 118, “attività che si basa anche e soprattutto sull’impegno ed abnegazione di questi professionisti che, in numero sempre più ridotto, assicurano il soccorso e la stabilizzazione del paziente critico sul territorio”, questione questa che è stata a più riprese evidenziata alla parte pubblica. 

Smi e Uil Basilicata, ricordano, come, “già in data 30/06/2016 con nota n. 105687/13AM l’Ufficio Autorizzazione, Accreditamento e Medicina Convenzionata del Dipartimento Politiche Della Persona-Regione Basilicata, ha riscontrato positivamente la nostra iniziativa avente ad oggetto: ‘medici precari dell’emergenza urgenza 118, utile protocollo d’intesa per stabilizzazione’….Successivamente, in data 18/06/2016, credendo fermamente nelle legittime aspettative dei giovani precari, con l’aiuto dei lavoratori interessati, ha rilevato postazione per postazione il dato dei Medici Convenzionati a tempo determinato, comunicandolo prontamente al Dipartimento che ne aveva fatto richiesta. Da questo momento in poi con diversi comunicati pubblici siamo ritornati più volte sulla questione della stabilizzazione dei Medici Convenzionati del 118, ritenendo non più procrastinabile l’adozione di un decreto che ponesse fine al precariato nel 118, trasformando i contratti da tempo determinato a tempo indeterminato”. 

“Un’operazione - conclude Filitti - che sana una ingiustizia, che allinea la Basilicata al resto del Paese e, oltretutto, a costo zero, che finalmente il Governatore Pittella ha inteso avviare per porre fine a tutte le disuguaglianze in questi anni più volte denunciate, in una battaglia nell’interesse generale del sistema. Il prossimo obiettivo è la rete di emergenza urgenza integrata con le patologie croniche che riconosca il ruolo unico del medico dell’emergenza”.           


Interagisci

Vogliamo la tua opinione

 
 
© Copyright 2018 - SINDACATO DEI MEDICI ITALIANI - Segreteria Nazionale - Via Livorno 36 - 00162 Roma
Tel. 06.442.541.60 / 06.442.541.68 - Fax 06.944.434.06 - C.F. 97442340580 - info@sindacatomedicitaliani.it

Versione Portale SMI. 2.6.1