SMI – Regolamento Vigente

Regolamento Sindacato Medici Italiani
(Attuativo dello Statuto di Giugno 2019)

Articolo 1
Il presente regolamento, approvato dal Consiglio Nazionale del Sindacato dei Medici Italiani, è strumento che norma alcune attività del Sindacato ritenute di rango non statutario ma, comunque, obbligatorie. Gli organi preposti ne garantiscono l’applicazione in base ai compiti assegnati dallo Statuto.

Articolo 2
I pediatri iscritti a SMI, che aderiscono a SIMPEF, conservano l’iscrizione a SMI attraverso il pagamento di una quota decisa dal Consiglio Nazionale. I medici di cui all’art. 4 dello Statuto, pagano la quota dovuta versandola in unica soluzione mediante bonifico bancario entro il 31 marzo di ogni anno.

Articolo 3Lo svolgimento dei Congressi Regionali è normato dall’art.33 dello Statuto. La convocazione del Congresso Regionale Straordinario è regolata per analogia con quanto previsto dall’art. 15 dello Statuto per il Congresso Nazionale Straordinario. La convocazione del Congresso Regionale Straordinario da parte del Presidente Regionale avviene entro 30 giorni dalla richiesta o dalla vacanza del Segretario Regionale. In caso di inerzia ingiustificata del Presidente Regionale (mancata convocazione entro i termini previsti) provvede alla convocazione il Presidente Nazionale, che in questo caso presiede il Congresso, anche tramite suo delegato.

Articolo 4
Il Consiglio Nazionale procede alla surroga dei propri componenti per intervenute dimissioni comunicate per iscritto e con relativa copia di documento di identità o nel caso in cui gli stessi risultino decaduti o espulsi dal Sindacato. In tal caso dovrà essere comunicato il rispettivo provvedimento disciplinare. Alla surroga, con iscritto della stessa Regione, provvede il Consiglio stesso su proposta della Segreteria Regionale interessata.

Articolo 5
La designazione dei rappresentanti titolari e supplenti e dei capi delegazione dello SMI nelle Federazioni di cui fa parte sono definite dal Consiglio Nazionale su proposta della Segreteria Nazionale. Su proposta della Segreteria Nazionale il Consiglio Nazionale provvede ad eventuali surroghe.

Articolo 6
Il Consiglio Nazionale provvede, alla prima riunione utile, alla surroga dei supplenti in applicazione dell’art. 7 del regolamento di funzionamento del Collegio dei Probiviri nel caso in cui i sostituti abbiano preso provvisoriamente il posto dei titolari e sia necessario eleggere i nuovi membri del Collegio.

Nelle more, il Collegio dei Probiviri è provvisoriamente integrato su designazione della Direzione Nazionale su proposta del Presidente Nazionale, sino alla convocazione del Consiglio Nazionale che provvederà all’elezione dei Probiviri.

Articolo 7
I documenti e gli ordini del giorno istruiti prima del Consiglio Nazionale dalle apposite commissioni vengono inviati almeno venti giorni prima ai Consiglieri Nazionali. Gli eventuali emendamenti devono pervenire alla Presidenza almeno dieci giorni prima del Consiglio Nazionale.

Articolo 8
I Congressi Regionali eleggono i delegati al Congresso Nazionale nella misura di un delegato ogni 20 iscritti, avendo cura di rappresentare tutte le realtà professionali e geografiche delle singole Regioni. Adeguata rappresentanza deve essere garantita ai medici in Formazione.

Il Congresso Nazionale elegge il Consiglio Nazionale su base Regionale e su proposta delle rispettive Segreterie Regionali nella misura di in Consigliere Nazionale ogni 40 iscritti.

Articolo 9
Le convocazioni per il Congresso, il Consiglio Nazionale e la Direzione Nazionale sono effettuate tramite posta elettronica con ricevuta informatizzata e pubblicate sul sito Ufficiale del Sindacato. Assieme alla convocazione viene spedita in allegato l’eventuale documentazione inerente l’ Ordine del Giorno. La pubblicazione sul sito Ufficiale ha valore legale di convocazione effettuata.

Articolo 10
Le elezioni congressuali avvengono attraverso la presentazione delle candidature e delle liste almeno dieci giorni prima della data del Congresso. Il voto avviene barrando il nome dei candidati alle singole cariche o le liste per l’elezione della Segreteria Nazionale. Non è consentita la presentazione di un candidato per diverse cariche o in liste diverse.

Ciascuna lista è accompagnata dalla firma di accettazione di tutti i candidati e da un numero di firme di presentazione di almeno venti delegati al Congresso.

Anche le candidature all’Ufficio di Presidenza e alle altre cariche devono essere presentate da almeno 20 delegati ed accompagnate dalla accettazione dei candidati.

Ogni delegato non può firmare per la presentazione di diversi candidati ad una stessa carica o per la presentazione di liste diverse per la Segreteria Nazionale.

In sede congressuale sia le candidature all’Ufficio di Presidenza che le liste per la Segreteria Nazionale possono essere ritirate con il consenso, nel caso dell’Ufficio di Presidenza, dei candidati interessati, e nel caso delle liste per la Segreteria Nazionale con il consenso del candidato alla Segreteria.

E’ ammessa in sede congressuale la presentazione di nuove candidature individuali e nuove liste per la Segreteria Nazionale, con la firma di almeno 40 delegati.

Il voto si esprime solo in modalità segreta, personale e diretta. Non sono ammesse altre modalità di voto.

La segreteria organizzativa predispone il necessario per la registrazione dei votanti, le operazioni di voto e scrutinio.

Ulteriori modalità per lo svolgimento delle operazioni di voto potranno essere stabilite da apposito Regolamento Elettorale approvato dal Consiglio Nazionale. Lo stesso Regolamento normerà composizione ad attività delle Commissioni Verifica Poteri e delle Commissioni Elettorali che dovranno essere costituite per ogni Congresso Nazionale e Regionale.

Articolo 11
Per l’attuazione dell’articolo 22 dello Statuto, si rimanda al regolamento di Tesoreria.

Articolo 12
In attuazione dell’art. 23 dello Statuto il Segretario Organizzativo relaziona ogni 3 mesi alla Segreteria Nazionale sulle attività svolte e su quelle previste per il trimestre successivo, verificando con il Tesoriere le relative disponibilità economiche.

Articolo 13
L’Ufficio di tesoreria è convocato dal Segretario Generale di propria iniziativa o su richiesta del Tesoriere Nazionale. Le convocazioni vanno inviate tramite mail con preavviso di almeno dieci giorni. Nei casi di particolare urgenza mediante comunicazione telefonica con preavviso di almeno tre giorni.

Norma transitoria 1
Il presente Regolamento è approvato dal Consiglio Nazionale. A tal fine il suo testo base è trasmesso, unitamente al testo base dello Statuto, a tutti i delegati con le stesse modalità dello Statuto.

Norma transitoria 2
Il presente Regolamento avrà attuazione dalla data della sua verbalizzazione, ossia dal 24 Novembre 2019.